Cerca nel blog

mercoledì 14 maggio 2014

venerdì 3 gennaio 2014

Eliminare i caselli di Gallarate e Besnate

Come ogni anno siamo alle solite, per via di un subdolo sistema di perequazione automatica degli aumenti autostradali i viaggiatori dovranno sborsare un importo maggiore al casello. Nulla di nuovo in effetti, ma se una cosa non funziona qualcuno dotato di un minimo di buonseso dovrebbe pensare di cambiarla. Il casello di Gallarate ad esempio andrebbe semplicemente eliminato, come proponevano alcuni esponenti del Pd alcuni mesi fa. So bene che il nostro Paese è quello della burocrazia e che la procedura sarebbe assai lunga, ma si dovrà pure iniziare. Eliminando il casello dell’autostrada più vecchia di Europa, i cui costi di realizzazione sono ammortizzati da decenni, ne gioverebbe la salute dei cittadini del gallaratese che non vedranno più il traffico della loro città congestionato e ne avranno beneficio anche i tempi di percorrenza urbani. Stessa cosa potrebbe valere per il casello di Besnate, la cui eliminazione permetterebbe di sbloccare l’intera zona del Sempione, una delle arterie più trafficate della Lombardia. In conclusione, dei buoni politici dovrebbero legiferare nell’interesse della collettività invece, alla faccia del buonsenso, si continua a guardare il colore di chi fa delle proposte utili e ci ritroviamo, di anno in anno, i problemi di sempre. Speriamo che il 2014 porti qualche buona notizia a riguardo.

martedì 31 dicembre 2013

Chi si lamenta e chi si rimbocca le maniche

In molti si lamentano di questa crisi. Ho prestato attenzione a coloro che lo fanno maggiormente: persone che sono in settimana bianca, amici che hanno appena preso il macchinone nuovo, famiglie che escono a cenare una sera si e l' altra anche, abbonati a Sky oppure amiche appassionate di shopping che spendono mezzo stipendio in vestiti per stare alla moda. Detto questo vengono spontanee due riflessioni. 1-Berlusconi non aveva tutti i torti quando faceva notare che in tempo di crisi i ristoranti sono pieni. 2- Le persone più bisognose non perdono tempo in futili capricci ma si rimboccano le maniche. Questione di dignità.

giovedì 28 novembre 2013

martedì 1 ottobre 2013

Aumento IVA grazie a PDL e lega

Le forze politiche si stanno rimpallando la questione dell'aumento iVA, ma vediamo quando è stata varata questa decisione. Aumento IVA al 21% il 16/09/2011: Art. 2 c. 2 bis/ 2 quater D.L. 13/8/2011 coversione il 14/9/2011 nr 148. Aumento IVA al 22% del 1/10/2013: Art 40 c. 1 ter D.L. 6/7/2011 nr 98. Il Governo Berlusconi IV è caduto il 16/11/2011,pertanto entrambi gli aumenti portano la firma dell'Esecutivo targato PDL e lega. Bello sciacquarsi la bocca con panzane da circolino o fare sceneggiate melodrammatiche con dimissioni di massa dal Governo, ma quello era l'unico organismo in grado di bloccare l'aumento IVA del 1 ottobre.

sabato 14 settembre 2013

Zebre sbiadite sulla SP 17

Si parla spesso di sicurezza stradale. Argomento molto sentito, vista la drammaticità di alcuni incidenti spesso mortali, ma spesso trattato con demagogia. Nella foto c'è quello che rimane della segnaletica orizzontale di un passaggio pedonale della S.P. 17 del Buon Cammino (Varese-Vergiate) presso la rotatoria di Mornago. Capisco che la Provincia di Varese andrà a scomparire, ma se non è nemmeno capace di fare un minimo di manutenzione ordinaria per la prevenzione di incidenti, anche coloro che erano scettici sull'abolizione delle provincie, come il sottoscritto, se ne dovranno fare una ragione. Da segnalare strisce ormai scomparse sulla S.P. 17 anche ad Azzate. Auspico di cuore che nessuno si faccia male nel frattempo che qualcuno pensi a farle dipingere. http://www3.varesenews.it/comunita/lettere_al_direttore/articolo.php?id=271224